Articoli con tag “Daniele Gozzetti

Sedicesima Festa Biancoblù: presentazione

manifesto_festa_sedicesima_apr15_sito

Scarica la presentazione della “Sedicesima Festa Biancoblù” nel formato PDF

Scarica il programma della Sedicesima Festa Biancoblù

Sedicesima Festa Biancoblù

“Perché Brescia è la mia città…”

Come ogni anno, giovedì 23 di aprile partirà la tradizionale Festa Biancoblù, giunta ormai alla sedicesima edizione (per la verità manca ancora qualche dettaglio, ma salvo catastrofi particolari, anche per questa volta dovremmo farcela).

Fra tutte quelle organizzate finora, di certo questa sarà la più complicata e, con ogni probabilità, anche la più discussa (noi, come a ogni edizione, speriamo -nonostante tutto- che sia anche la più partecipata).

(altro…)


XV Festa Biancoblù: prima serata – Le foto

festa_apr14_prima_serata3_1_vectorizedVisualizza le foto della prima serata della XV Festa Biancoblù

Vai alla pagina della XV Festa Biancoblù


Piergiorgio Cinelli & Daniele Gozzetti – Sabato 03 maggio

locandina_gozzetti_cinelli_apr14_sito

Piergiorgio Cinelli & Daniele Gozzetti

“Piergiorgio Cinelli e Daniele Gozzetti, due interpreti della canzone dialettale bresciana che incrociano i loro percorsi musicali fra tradizione e parodie, accompagnati da Max Comincini (batteria), Nicola Anni (basso) e Paolo Cavagnini (chitarra)”.


Programma aggiornato della XV Festa Biancoblù

programma_festa_biancoblu_quindicesima_apr14_sito

(altro…)


Quindicesima Festa Biancoblù

manifesto_festa_quindicesima_apr14_sito

Visualizza il programma della Quindicesima Festa Biancoblù

Gli organizzatori della Festa Biancoblù sono lieti -e particolarmente orgogliosi- di annunciare che è iniziata ufficialmente la quindicesima edizione della Festa Biancoblù, non la solita festa!

Quindicesima Festa Biancoblù

Nonostante tutto, la festa continua…

Sul nostro territorio ci sono -da sempre- realtà/associazioni molto diverse fra loro che si sforzano di creare momenti di socializzazione e -in particolare- di riflessione, nel tentativo: di regalare qualche attimo di spensieratezza, soprattutto in un momento “critico” come quello attuale; di far aprire gli occhi a quei cittadini meno attenti e maggiormente condizionabili dal sistema; di raccogliere fondi per tutte quelle iniziative (spesso umanitarie) che caratterizzano maggiormente le stesse realtà.

E per far questo, a volte devono sfidare la burocrazia, le stesse Istituzioni, l’ignoranza e tutte quelle norme che regolano (o complicano, secondo i punti di vista) la società in cui viviamo.

Una società macchinosa, costosa, viziata, asettica e sempre più repressiva che tende a limitare il singolo individuo nelle proprie manifestazioni e libertà; oppure lo porta all’esasperazione; o, addirittura, lo costringe a isolarsi irrimediabilmente, tanto che perfino lo sport più popolare e partecipato (il calcio, per intenderci) sta diventando un vero e proprio lusso, un gioco per pochi.

(altro…)