Articoli con tag “Gogna Mediatica

Senza se, senza ma: solidarietà ai tifosi bergamaschi!

leonessa_comunicato_solidarietà_05dic14

Scarica il comunicato: “Senza se, senza ma: solidarietà ai tifosi bergamaschi!” nel formato PDF

“Riguardo a quanto accaduto dopo “Atalanta vs Roma” di due sabati fa: ci auguriamo che la verità sia ristabilita al più presto (magari proprio grazie all’utilizzo delle telecamere preposte a prevenire certe situazioni) e che i ragazzi bergamaschi in carcere siano liberati già nei prossimi giorni.

In ogni caso, attueremo nuove forme solidali e di sensibilizzazione affinché tutto questo non accada mai più, a Bergamo come a Brescia o in altre città.”

Senza se, senza ma: solidarietà!

Dopo “Atalanta vs Roma” giocata a Bergamo un paio di settimane fa, per una serie di ragioni abbiamo seguito con un certo interesse l’evolversi della situazione.

Una situazione appesantitasi di giorno in giorno, contrassegnata -fin da subito- da arresti tanto gravi quanto inaccettabili (soprattutto per come sono stati “venduti”), da processi mediatici, da rivendicazioni di categoria, da accuse strumentali, da penalizzazioni “sperimentali” (e, a detta dei soliti ben informati, assolutamente necessarie), da ipotesi surreali, da interventi istituzionali controproducenti e ancor più devastanti degli innegabili incidenti verificatisi nel dopo partita.

Una situazione paradossale, all’interno della quale si è voluto colpire innanzitutto la società dell’Atalanta, in assoluto fra le più serie, rispettose, lungimiranti e trasparenti realtà in circolazione (credeteci quando -seppur a denti stretti- diciamo questo, anche perché noi bresciani siamo diventati dei veri e propri esperti in fatto di presidenti arraffatori, confusionari e menefreghisti).

(altro…)


Luca Castellini – Curva Sud Verona – Livorno vs Verona – Cori contro, cariche e gogna mediatica

Visualizza il servizio realizzato da Dodicesimo in Campo

Luca Castellini -Curva Sud Verona- interviene a Dodicesimo in Campo e racconta la trasferta di Livorno che ha fatto tanto discutere per i cori di entrambe le tifoserie: “…come Curva abbiamo il dovere di difendere i “butei”, come è sempre stato, nel bene e nel male, consapevoli che quello successo a Livorno rappresenta sì un eccesso… ma non con la volontà di aggredire una situazione tragica e una morte come succedono e come succedono tante… non c’è quell’odio o quella cattiveria di attaccare una persona che non c’è più…”