Articoli con tag “Disinformazione

La grande fuga di Carletto Mazzone

Scarica il comunicato nel formato PDF

Se volete credere alle favole fate pure, ma sappiate che la realtà è questa, piaccia o no: Carletto Mazzone per noi è solo un infame!

La grande fuga

Sfatiamo un mito: “Carletto Mazzone uomo di m….!”

Molti anni fa pensavamo di aver chiarito in modo definitivo le ragioni per cui, a un certo punto della storia, il rapporto con questo allenatore si fosse deteriorato irrimediabilmente e l’intera tifoseria bresciana lo avesse contestato in maniera pesante e inequivocabile, sebbene in fasi successive (in ogni caso Mazzone, durante la sua permanenza a Brescia, in più di un’occasione fu subissato di fischi e insulti “spontanei”, provenienti da ogni settore e per svariate ragioni, anche di natura tecnico/tattica).

Evidentemente ci siamo sbagliati.

Di certo questa cosa non ci stupisce (del resto, dopo tutta la m… che ci ha fatto e ci farà mangiare Corioni, c’è già chi lo sta rimpiangendo), ma dispiace comunque vedere sempre più spesso “nobili” richiami alla sua persona, in particolare da parte di tifosi del Brescia.

Vogliamo quindi fare un po’ di chiarezza?!

(altro…)


Cristiano Sandri – Undici Novembre e il Derby di Gabbo

Visualizza il servizio realizzato da Dodicesimo in Campo 

Dodicesimo in Campo – Campionato 2012/2013 – Decima puntata.

Cristiano Sandri interviene a Dodicesimo in Campo e racconta il Derby di domenica scorsa, 11 novembre 2012, vissuto con il figlio Gabriele.

Dopo cinque anni, l’intero mondo Ultras ricorda la morte tragica e assurda di Gabriele Sandri, avvenuta per mano di un poliziotto.

In particolare, durante il Derby “Lazio vs Roma”, le due Curve rivali si uniscono ancora una volta nell’abbraccio alla famiglia Sandri.


Luca Castellini – Curva Sud Verona – Livorno vs Verona – Cori contro, cariche e gogna mediatica

Visualizza il servizio realizzato da Dodicesimo in Campo

Luca Castellini -Curva Sud Verona- interviene a Dodicesimo in Campo e racconta la trasferta di Livorno che ha fatto tanto discutere per i cori di entrambe le tifoserie: “…come Curva abbiamo il dovere di difendere i “butei”, come è sempre stato, nel bene e nel male, consapevoli che quello successo a Livorno rappresenta sì un eccesso… ma non con la volontà di aggredire una situazione tragica e una morte come succedono e come succedono tante… non c’è quell’odio o quella cattiveria di attaccare una persona che non c’è più…”