Ultima

Mascherine Ultras Brescia 1911 – Non solo covid

Mascherina filtrante “Made in BS1911”

Fabbricata in Italia in tessuto tecnico multistrato con trattamento esterno “water repellent”, e con membrana interna che ferma l’aria proveniente dall’esterno

Lavabile e riutilizzabile all’infinito (o quasi)

Le mascherine sono consegnate imbustate singolarmente

Oltre ad essere stata sottoposta a diversi test batteriologici, che ne dimostrano la validità in qualità di efficace barriera contro particelle virali di diverso tipo (fra cui quelle del Covid), è stata testata anche in ambito Ultras con risultati sorprendenti

Avanti Ultras Sempre!

La libertà non cresce sopra un albero…

Partiamo dal fatto che oltre ad essere sancita dalla Costituzione, la Libertà è sacra.

Libertà di circolazione, di espressione, di opinione, solo per fare qualche esempio collegato a quanto accaduto allo stadio negli ultimi anni in generale, e ieri in particolare, quando un giornalista bresciano di lunga data, oltretutto tifoso biancoblù, è stato aggredito da un tesserato del Brescia per aver espresso -in settimana- alcune opinioni non in linea con quelle della Società.

Ovviamente non ci sorprendiamo, e probabilmente non ci scandalizzeremmo nemmeno (come tutti sanno, anche noi ci incazziamo facilmente, soprattutto quando ci fanno dei torti; vero Cellino?), se non fosse che la colpa del giornalista suddetto è stata quella di criticare -nell’interesse della nostra Maglia- la società e la sua inconsistente -o quantomeno discutibile- campagna acquisti di gennaio.

Ora, sapete tutti cosa pensiamo dei giornalisti troppo filo-societari, oppure di quelli disonesti; questo perché non l’abbiamo mai nascosto.

In questo caso però la reazione della società ci sembra quantomeno esagerata, anche perché dopo avere trattato a pesci in faccia molti tifosi, dopo averne escluso dal gioco tanti altri, dopo essere retrocessa nella maniera peggiore per scelte “presidenziali” incoerenti ed evidentemente fallimentari, dopo avere promesso un riscatto immediato che tarda ad arrivare, non può arrogarsi il diritto di mettere a tacere una cronaca sportiva sacrosanta, attenta e perfino onesta.

Infatti, senza nulla togliere ai nuovi arrivati, ci sembra che negli ultimi tempi se ne siano andati alcuni dei giocatori migliori: calciatori che hanno fatto la fortuna di questa società, hanno esaltato la piazza, hanno regalato dei momenti indimenticabili a tutti.

Giocatori che erano una certezza in campo.

Giocatori che ben difficilmente potranno essere sostituiti.

E se anche ciò accadesse e tutti noi ci sbagliassimo (come sempre ce lo auguriamo tanto), in Italia dovrebbe pur sempre rimanere il diritto di esprimere le proprie opinioni, sia come giornalisti, sia come Ultras.

Poi i fatti naturalmente parleranno da soli (inutile dire che con Cellino fino a oggi ci abbiamo sempre azzeccato…).

Per chiudere: gli Ultras sanno molto bene quanto sia difficile mantenere certe condizioni di Libertà, per questo abbiamo voluto esprime la nostra opinione con uno striscione inequivocabile.

Avanti Brescia Sempre!