Comunicato stampa: “Oltre ogni ragionevole dubbio”

Scarica il comunicato “Oltre ogni ragionevole dubbio” nel formato PDF

Oltre ogni ragionevole dubbio

Basta cazzate: ognuno si assuma le proprie responsabilità!

Non si può fare! – All’ultima settimana vissuta fra patimenti, illusioni e tribolazioni (come diciamo spesso: non è assolutamente facile far parte di questo gruppo), in cui abbiamo visto e sentito cose inenarrabili, mancava giusto la ciliegina sulla torta.

La ciliegina l’ha messa -ancora una volta- la Questura di Brescia, che ha obbligato (sembrerebbe) la società a chiudere la vendita del settore Curva Sud ai non possessori della tessera del tifoso, cioè a noi.

In realtà, dopo averlo minacciato attraverso un laconico comunicato, il Brescia ha chiuso il settore ai tifosi non tesserati solamente oggi, dopo cioè che centinaia di tifosi avevano già fatto il biglietto senza bisogno della tessera del tifoso.

Noi, ad esempio, solo ieri ne avevamo fatti quasi centocinquanta, ma molti altri erano stati fatti nei giorni precedenti, prima di tutto perché era un nostro diritto irrinunciabile, secondo perché avevamo capito che tirava una brutta aria nei confronti di chi non voleva allinearsi al volere dei potenti (e poi dateci dei matti quando denunciamo uno Stato di Polizia in Italia e in particolare negli stadi).

Così, alle soglie del termine di validità della tessera del tifoso (che secondo il Protocollo d’Intesa sarà smantellata a fine stagione), e probabilmente per la prima volta da quando è stata introdotta nel calcio italiano, anche i tifosi di casa subiranno una profonda discriminazione attraverso questo strumento.

Le ragioni di questa imposizione non le conosciamo, e ci stupisce che sia la società, sia la Questura ignorino la passione, la coerenza e la maturità dimostrate dal nostro gruppo in tutti questi anni.

A differenza loro, noi sappiamo esattamente cosa vogliamo: un settore a prezzo popolare dove tifare, e non fare casino come suggeriscono i soliti bene informati (tipo lo SLO del Brescia Calcio).

E smettetela di scaldare la testa ai tifosi che vengono in sede per fare il biglietto con frasi del tipo: <<Abbiamo chiuso il settore Curva Sud ai non tesserati per “menate con i 1911”>>.

Menate? Lo chiamate così il tentativo legittimo e pacifico di far valere i nostri diritti?

Evidentemente, lo SLO non è l’unico che richiede una formazione seria e rispettosa…

Ultras Brescia 1911, da oggi “Gruppo menata”

Continuiamo così… Facciamoci pure del male! – La cosa che però ci preoccupa maggiormente è il clima pesante che si sta alimentando da qualche tempo contro di noi, tanto che non sappiamo cosa ci aspetterà domenica.

Non avremmo mai pensato che l’amore per il Brescia potesse diventare un giorno così “tossico” da essere considerato un reato.

Brescia: Amore & Dolore

Parole, parole, parole, soltanto parole… – Le parole per noi hanno ancora un valore, per qualcun altro evidentemente no.

Per la cronaca, la settimana scorsa eravamo stati perfino convocati -per la prima volta in due anni- da un rappresentante della società, che fra le altre cose ci chiedeva di ripartire col piede giusto e di remare tutti insieme tifando per la Leonessa, cosa quest’ultima che a noi riesce con estrema facilità, soprattutto nei momenti di difficoltà.

Durante questo incontro nessuno di noi ha avanzato pretese o fatto richieste indecenti (non l’abbiamo mai fatto in vent’anni di storia, non vediamo perché dovremmo iniziare proprio adesso).

Semplicemente, abbiamo fatto valere le nostre ragioni e abbiamo ripetuto quello che chiediamo da sempre, ossia la possibilità –per tutti!– di fare un abbonamento slegato dalla tessera (come concede del resto il Protocollo d’Intesa) e a un prezzo possibilmente popolare.

Eravamo perfino disposti a ripiegare in un altro settore (ovviamente non in Curva Nord, questo per rispetto, per coerenza e per non togliere il posto a chi ci è andato negli ultimi anni), a patto però che il costo dell’abbonamento fosse ragionevole e che la nostra presenza non creasse problemi ai tifosi biancoblù già presenti.

I risultati di questa chiacchierata “amichevole” sono da oggi sotto gli occhi di tutti, alla faccia del: “Ricominciamo!”.

Una cosa molto importante alla luce dei fatti che stanno accadendo: chi ha scelto di andare in Curva Sud l’ha fatto per risparmiare, non certo per andare a fare casino, e questo lo sanno tutti, persino Cellino.

Lo sanno tutti tranne i bene informati, naturalmente.

E chi come noi non può permettersi tutte le partite casalinghe, nemmeno in Curva Sud, di certo non può spendere quattrocento o cinquecento euro per un abbonamento in gradinata.

Per questo siamo costretti a batterci con la speranza che cambi qualcosa, e lo facciamo negli interessi esclusivi della Leonessa.

Fra l’altro, qualcuno ha poi suggerito una cosa illuminante e saggia: “Se non avete i soldi statevene a casa!”.

A dir la verità, avanti così non saremo certo gli unici a rimanersene a casa, e non solo per una questione economica.

Francamente riflettiamo!

Si può fare! – Un’altra cosa ovvia, che abbiamo sottolineato in più occasioni, riguarda il fatto che le nostre rivendicazioni non volevano mettere in difficoltà o in difetto la società del Brescia, e questo nonostante si sia comportata con noi in maniera quantomeno discutibile (lo abbiamo già detto e scritto in mille maniere).

Le nostre intenzioni erano (e lo sono tuttora, sia chiaro) disinteressate, e hanno come unico fine quello di poter vedere la Leonessa in tutte le partite casalinghe a un prezzo popolare.

E chi dice come un mantra che senza tessera non si può fare, mente spudoratamente!

Forse per ignoranza, forse per negligenza, ma noi crediamo più per una malsana voglia di rivincita nei nostri confronti.

In realtà, ci sono diversi modi per concludere ciò che chiediamo da sempre; nessuno di questi è illegale oppure contestabile.

Non stiamo parlando di agevolazioni o di espedienti, sia chiaro a tutti, ma di opportunità realizzabili da sempre e alla luce del sole.

Ci vuole solamente qualcuno che ci presti attenzione, e che oltre ad illuderci poi faccia seguire i fatti alle parole.

Noi, come sempre, siamo disposti anche a un confronto pubblico, a patto che nessuno si presenti sul piedistallo.

La nostra Mentalità? Coerenza e Umiltà!

Ultras Brescia 1911 Ex-Curva Nord

Brescia 11/09/2019

Annunci

Lascia un Commento qui sotto (devi essere registrato!)

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...