Brescia 1911 vs Milan: “Chiedimi se sono felice…” – Il volantino che (non) sarà distribuito stasera

Scarica qui il volantino “Chiedimi se sono felice…” nel formato PDF

Questo volantino è stato scritto martedì 21 gennaio 2020 (tre giorni fa per intenderci), dopo che avevamo portato la prima lista di nomi al Brescia FC e dopo che ci era stata assicurata (dalla biglietteria e dallo SLO presente quel giorno) la possibilità d’ingresso al settore Curva Sud, naturalmente senza tessera del tifoso.

Ci sarebbe piaciuto distribuirlo questa sera, prima dell’inizio della partita, ma il fato e -soprattutto- la società l’hanno impedito…

Brescia 1911 vs Milan: chiedimi se sono felice…

Non ci posso credere… – Infatti, fino a quando non saremo dentro la Curva, ci aspettiamo qualche altro voltafaccia da parte della società.

In ogni caso, se tutto andrà bene come speriamo, questa sera col Milan calcheremo per la prima volta dopo tanti, troppi anni, i gradini di un settore popolare (sebbene il prezzo non lo sia affatto, popolare ci intendiamo), che fino ad oggi ci è stato precluso per una serie di ragioni giustificate con altrettante cazzate.

Oggi però non vogliamo fare polemica.

Questa sera sarà un giorno di festa, che ci costerà ancora una volta un’assurdità, ma che alla fine potrebbe dimostrare tutte le nostre ragioni e i significati sostanziali delle nostre proteste.

La verità è una sola, e noi l’abbiamo raccontata mille volte.

Purtroppo, in pochi l’hanno ascoltata davvero, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Tornando però alla partita di stasera, bisogna ricordare che a fianco a noi, nel settore ospiti (ma non solo), ci saranno centinaia di tifosi milanisti che verranno a Brescia a seguire la propria squadra del cuore come è giusto e normale che sia.

Non dimentichiamo pertanto che esiste un gemellaggio storico fra le due Curve; inoltre ci sono delle amicizie personali profonde, delle rivalità in comune, e soprattutto un percorso condiviso -e condivisibile- contro la repressione e gli abusi di potere.

Per questo, comunque vada la partita, al di là del risultato, invitiamo tutti a rispettare gli equilibri in “campo”, dando ancora una volta una dimostrazione di maturità, di coerenza e di Mentalità.

Avanti Ultras Sempre!

Caro prezzi : prezzi cari = Stadi vuoti – Lasciamo per un attimo da parte il tentativo della Lega Calcio di gonfiare la media spettatori, che secondo i nostri insigni dirigenti sarebbe superiore addirittura a quella dei primi anni novanta, quando gli stadi di ogni categoria erano davvero stracolmi (oggi stadi come il San Paolo, l’Olimpico di Roma, lo stesso Ferraris di Genova, solo per citarne alcuni, hanno enormi “buchi neri” al loro interno; bisogna poi aggiungere che la capienza di quasi tutti gli impianti italiani è stata ridotta sensibilmente; quindi è matematicamente impossibile che oggigiorno ci siano più spettatori di allora, ma anche solo di dieci anni fa, quando ad esempio nella stessa partita entrambe le Curve dell’Olimpico erano piene, anche quella dove non si posizionavano i gruppi organizzati).

Parliamo invece di Brescia e dei tifosi biancoblù, che di recente sono stati trascinati sul banco degli imputati per l’attaccamento alla Maglia apparentemente poco esemplare.

Col Cagliari, è vero, c’erano meno spettatori del dovuto (i tornelli parlano di diecimila spettatori, quindi anche meno di quelli… ufficiali), ma le ragioni sono molteplici e soprattutto evidenti.

Ancora una volta, secondo noi, si sta perciò esagerando, soprattutto perché si ignorano volutamente le proteste (fatte in tempi non sospetti) e le denunce di una parte di tifoseria (la nostra) riguardo ai prezzi dei biglietti troppo alti anche nei settori cosiddetti -non a caso- popolari, alla mancanza -nelle partite più appetibili proprio per i più piccoli- dei biglietti ridotti, all’applicazione della tessera del tifoso per i settori casalinghi, alle modalità di vendita penalizzanti e frustranti, ai comunicati destabilizzanti, ai disservizi forniti dalla società il giorno della partita, all’arroganza di alcuni dirigenti, all’ignoranza di alcuni addetti, alla mancanza di alcune cariche fondamentali, ecc.

Forse i bresciani sono ormai avvezzi al sacrificio, alle sofferenze, agli episodi negativi, a certi presidenti e ai progetti inesistenti, a certi giocatori, a certi arbitraggi a dir poco scandalosi -e ormai congeniti- del calcio italiano, alle partitacce, alle figuracce (vedi il trittico con Grosso), ma se a quanto suddetto mettiamo -per finire- pure la classifica, che ci vede inesorabilmente penultimi, potrete capire il motivo di certe “assenze”.

Tutte queste cose infatti hanno allontanato moltissimi tifosi, oppure li hanno disillusi, oppure li hanno svegliati da un sogno che questa estate aveva coinvolto molti, se non tutti.

Col Cagliari, più che con la Juventus, l’Inter e il Milan, lo stadio doveva essere pieno in ogni ordine di posto, ma la politica societaria (e non il disinteresse dei tifosi bresciani) ha fatto la differenza, purtroppo in maniera negativa.

Prezzi popolari per settori popolati!

Ultras Brescia 1911 Ex-Curva Nord

P.S. Ricordiamo a tutti che il costo dell’abbonamento di quest’anno è il terzo più caro d’Italia, inferiore solamente a quello di Juventus, Roma e Spal

Brescia – Martedì 21/01/2020

Lascia un Commento qui sotto (devi essere registrato!)

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...